Eventi - Gennaio 2023

Crusca di Riso – Komenuka – 米ぬか

Crusca di Riso – Komenuka – 米ぬか 900 600 ServiceDesk
Crusca di riso (komenuka- 米ぬか)

Crusca di Riso

La crusca di riso è la componente che viene prodotta dalla raffinazione dal riso integrale. Contiene molti nutrienti come vitamine, minerali, grassi e proteine e viene consumata come olio di riso, conserve e vari altri alimenti trasformati.

Conserve di crusca (Tsukemono)(漬物)

le conserve di crusca sono preparati di verdure consumati sin dall’antichità in Giappone. Ortaggi come i cetrioli o il Daikon vengono immersi nel Nukadoko (ぬか床) (composto di crusca di riso con alghe Kombu e sale, ecc) per un giorno intero.

Conserve di crusca (Tsukemono- 漬け物)

Si ritiene che questo alimento risalga a circa duemila anni fa durante il periodo della corte imperiale di Yamato “Yamato chōtei jidai” (大和朝廷時代). Inizialmente gli ortaggi erano solo conservati sotto sale, ma con lo sviluppo della cerimonia del Te “Chanoyu” (茶の湯) il consumo di conserve aumentò.

Si pensa che le conserve abbiano avuto l’effetto di rinnovare il gusto e senso l’olfattivo nella cerimonia del tè.

Con l’inizio del periodo Edo “Edo jidai” (江戸時代) le conserve a base di crusca divennero subito un prodotto di consumo popolare per la facilità e praticità di prepararli a casa. Inoltre, la crusca era ricca di vitamine e questo aiutava la gente comune dell’epoca Edo che ne soffriva la mancanza.

Non solo vitamine, ma anche una migliore fisiologia del “sistema gastrointestinale”, come il miglioramento del movimento intestinale e del controllo intestinale, una migliore fisiologia del “sistema cutaneo” come l’eliminazione della pelle ruvida e il miglioramento dell’atopia e della febbre da fieno.

In percentuale di nutrienti la crusca di riso rappresenta oltre il 90% mentre il riso bianco solo il 10%.

Proprio come la pasta, l’alimento base in Italia, che si accompagna a essenziali come olio d’oliva e parmigiano, il riso bianco giapponese si accompagna alle conserve di crusca di riso.

Perché non riconsiderare i vantaggi della crusca di riso, e utilizzarla invece di eliminarla nel processo di lucidatura del riso?

    Back to top